01 Giugno 2024 - 11:12

Ten Voorde non sbaglia e va in pole a Imola

Da una qualifica complicata da ghiaia, pista scivolosa e interruzioni spunta ancora una volta il campione in carica, che regola Masters e Klein. Bertonelli (4°) primo degli italiani, Zendeli (5°) miglior rookie, mentre mancato protagonista è uno sfortunatissimo Iaquinta. e in Michelin Cup svetta Gnemmi. Gara 1 scatta oggi alle 15.20 (diretta Dazn)

Porsche Carrera Cup Italia

Succede tutto negli ultimi 7 minuti con tutti in pista (tranne uno sfortunatissimo Iaquinta) nelle qualifiche del secondo round della Porsche Carrera Cup Italia in corso a Imola. Re della mattinata è ancora una volta Larry Ten Voorde, che conquista entrambe le pole position e i relativi 4 punti aggiuntivi a estendere a 8 lunghezze la leadership su Keagan Masters in campionato.

Il campione in carica ha guadagnato la partenza al palo per gara 1 di oggi alle 15.20 (diretta Dazn e www.carreracupitalia.it) segnando il crono di 1’43″255 nel finale di una qualifica “a singhiozzo” fra brevi periodi di bandiere rosse e full course yellow che ne hanno spezzato il ritmo.

Proprio per le difficili condizioni globali trovate, in primis la scivolosità della pista, i tempi messi a segno sono rimasti al di sopra del muro dell’1 e 43 e proprio per gli imprevisti fronteggiati l’occasione poteva essere buona per sorprendere il capoclassifica.

Invece Ten Voorde non ha sbagliato nei momenti cruciali degli ultimi minuti, precedendo di 3 decimi proprio Masters, l’attuale rivale più accreditato per il titolo. Il sudafricano del Team Q8 Hi Perform ha cercato di tenere testa all’olandese dell’Enrico Fulgenzi Racing, con il quale è stato protagonista di un emozionante botta e risposta nella lista tempi, ma alla fine si è dovuto arrendere e comunque si accomoderà a fianco del poleman in prima fila, posizione comunque di privilegio su un circuito come quello del Santerno.

Alle spalle dei due battistrada, terzo si è piazzato Marvin Klein, a mezzo secondo dal vertice. Il bi-campione francese di Target Competition è apparso in palla per l’intera sessione e, sebbene non abbia trovato lo psunto vincente nel finale, ha iniziato il weekend in maniera decisamente migliore rispetto a quanto fatto a Misano.

La stessa cosa non è riuscita a Simone Iaquinta, invece, anche lui atteso al riscatto. Riscatto che ora si fa durissimo. Il bi-campione del monomarca tricolore a metà sessione (bandiera rossa causata da un fuoripista di Giacon, forse per un contatto, alla Variante Gresini) era rientrato ai box e da quel momento non è più riuscito a riavviare la 911 GT3 Cup del team Prima Ghinzani, che sta già indagando su un fatto al momento inspiegabile.

Se la sfortuna ha colpito in pieno uno dei protagonisti più attesi, che in gara 1 scatterà soltanto 14esimo, stavolta è riuscito a mettere tutto insieme Diego Bertonelli. Il toscano di TDE è stato autore del quarto crono (a 7 decimi dalla pole), risultando il miglior italiano in qualifica e centrando in pieno l’obiettivo che si era posto alla vigilia delle prove ufficiali.

In top-5 è salito nel finale Lirim Zendeli. Il portacolori tedesco di Ombra Racing, che si conferma in decisa crescita di confidenza, si è fermato a soli 5 millesimi da Bertonelli risultando anche il più veloce fra i piloti della classifica Rookie.

A 8 decimi da Ten Voorde, il 44 netto fatto segnare a un minuto dalla fine è valso a Gianmarco Quaresmini il sesto posto. Un passo in avanti per il bresciano di Tsunami RT, che ha preceduto rispettivamente di 1 e 2 decimi Aldo Festante e Francesco Braschi (al top fra gli “under”), i due alfieri di Dinamic Motorsport che si sono divisi la quarta fila.

Non lontani, completano la top-10 altri due giovanissimi dello Scholarship Programme: Janne Stiak si conferma tra le sorprese più interessanti con Target Competition, mentre Pietro Armanni è apparso in crescita con la 911 GT3 Cup di Prima Ghinzani con la quale ha preceduto il più giovane in assoluto fra gli iscritti al campionato, Nicholas Pujatti, 11esimo con Villorba Corse a sua volta davanti al campione 2021 Alberto Cerqui (BeDriver).

In Michelin Cup la battaglia per la pole è stata altrettanto combattuta e il 21esimo crono assoluto è valso a Paolo Gnemmi la partenza al palo della categoria. Il pilota di Ebimotors è stato il più veloce in 1’45″588 precedendo di 3 decimi Gianluca Giorgi (BeDriver) e il compagno di squadra Alberto De Amicis.

Un bel blitz dei tre, che, seguiti in categoria da Stefano Stefanelli (Team Malucelli) e Alex De Giacomi (Tsunami RT), hanno scavato un bel solco rispetto ai primi due della classifica. Luca Pastorelli (Dinamic Motorsport) si è infatti qualificato soltanto sesto, mentre il leader Francesco Fenici (Raptor Engineering) è ottavo.

Porsche Carrera Cup Italia

Ten Voorde replica in gara 2 a Imola

02 Giugno 2024 - 15:33
Porsche Carrera Cup Italia

Imola: il festival dell’inedito in Michelin Cup!

02 Giugno 2024 - 9:30
Porsche Carrera Cup Italia

Imola: avanza lo straniero!

02 Giugno 2024 - 9:22
Porsche Carrera Cup Italia

Ten Voorde conquista gara 1 a Imola

01 Giugno 2024 - 19:28
Porsche Carrera Cup Italia

A Imola nelle libere comanda la pioggia

31 Maggio 2024 - 17:25
Porsche Carrera Cup Italia

Imola: ora Ten Voorde è anche ubiquo

31 Maggio 2024 - 14:34
Porsche Carrera Cup Italia

La Porsche Carrera Cup Italia disputa a Imola il secondo round della stagione

31 Maggio 2024 - 12:36
Porsche Carrera Cup Italia

Secondo atto a Imola: orari e tv del weekend

27 Maggio 2024 - 9:45