Mugello: pole d’autore di Klein

Premiano Marvin Klein con un “quasi record” le qualifiche, davvero caombattute, del terzo round della Porsche Carrera Cup Italia in corso al Mugello Circuit.

Per gara 1 di oggi alle 15.50, che sarà trasmessa in diretta e on demand su Dazn (anche in modalità gratuita) e in live streaming su www.carreracupitalia.it, il bi-campione francese di Target Competition si accomoderà dunque in pole position, intascando anche i primi 2 punti del weekend grazie al colpo di reni trovato nel finale.

Una pole position d’autore firmata in 1’49″772, a un soffio dal limite assoluto delle 911 GT3 Cup “992” sul circuito toscano, dove stamattina era leggermente più caldo di quanto previsto, fattore che in generale sarebbe costato qualche centesimo.

Al fianco di Klein, nella prima fila di gara 1 si accomoderà Larry Ten Voorde. L’olandese di Fulgenzi Racing non ha trovato lo spunto decisivo, ma ha comunque staccato un ottimo crono (seppure a oltre 3 decimi dal francese, unico ad abbattere il muro dell’1 e 50) e soprattutto si è guadagnato la pole per gara 2.

Il suo inseguitore più vicino in classifica generale, Keagan Masters, in gara 1 scatterà invece soltanto settimo. Il sudafricano del Team Q8 Hi Perform ha infatti girato a 7 decimi dalla vetta, non riuscendo nell’affondo decisivo e ritrovandosi così dietro a diversi protagonisti a sorpresa.

Dietro Klein e Ten Voorde, in seconda fila si accomoderanno Aldo Festante, velocissimo con DInamic Motorsport soprattutto nei primi due settori del Mugello e a fine prove a mezzo secondo dalla pole (mentre il compagni di squadra Francesco Braschi è solo 15° dopo vari “litigi” con i track limits), e Flynt Schuring, l’altro olandese di Fulgenzi Racing capace di confermarsi lì davanti a soli 42 millesimi dal driver campano dopo le positive prove libere di ieri e miglior “under” dello Scholarship Programme.

La prima 911 Gt3 Cup di Ombra Racing ha completato la top-5 con Lirim Zendeli anche lui sugli stessi riscontri di chi lo precede. In terza fila il pilota tedesco, risultato anche il migliore fra i rookie della Carrera Cup, troverà Diego Bertonelli, che paga un errorino e a mezzo secondo dalla pole si qualifica sesto: tra Festante 3° e il toscano del team TDE la differenza è di soli 9 centesimi!

Al fianco di Masters, invece, dalla quarta fila scatterà Simone Iaquinta, ottavo a fine turno con la 911 GT3 Cup di Prima Ghinzani Motorsport dopo essere stato il più veloce con il primo treno di Michelin nuove. E infatti il già due volte campione con il secondo set non è riuscito a trovare il giro giusto per migliorarsi.

In top-10 trovano quindi posto Oliver Gray, il giovanissimo britannico di Ombra Racing sempre più in progressione sulla 911 GT3 Cup nella sua stagione d’esordio, e Alberto Cerqui, che completa la quinta fila con BeDriver davanti a Janne Stiak (Target Competition), Steven Giacon (Villorba Corse), Gianmarco Quaresmini (Tsunami RT) e Senna Van Soelen, l’olandese alla prima assoluta nel monomarca di Porsche Italia con Target Competition.

La battaglia per la pole è stata tostissima anche in Michelin Cup e pure in questo caso ci è voluto un giro d’autore nel finale per avere la meglio. A compierlo il campione in carica Alberto De Amicis (1’51″533), chiamato a rimontare nella classifica di categoria.

E’ dunque una pole fondamentale per l’alfiere di Ebimotors, che in classe ha preceduto un pimpante Stefano Stefanelli, secondo a meno di 2 decimi con il Team Malucelli nel round di casa, e il compagno di squadra Paolo Gnemmi, terzo e il migliore fra i battistrada della classifica di campionato.

L’attuale leader Francesco Fenici (Raptor Engineering), seppure a soli 3 decimi da De Amicis, scatterà invece dalla sesta posizione della categoria, preceduto da Alex De Giacomi, quarto con Tsumani RT, e da Cosimo Barberini, in top-5 con Prima Ghinzani nella sua prima volta sulla 911 GT3 Cup. Tra l’altro come STefanelli anche lui da padrone di casa.

Mugello, test: Braschi corona la giornata

Ad Alberto Cerqui, al top in mattinata in 1’50″870, ha risposto Francesco Braschi in 1’50″654 nel pomeriggio del pre-race test della Porsche Carrera Cup Italia in vista del terzo round di questo weekend al Mugello Circuit.

In un test ripartito alle 16.10 con 32 gradi nell’aria e 55 sull’asfalto (50 nel finale), il giovane alfiere di DInamic Motorsport, attualmente terzo in campionato e primo fra i Rookie, negli ultimi minuti di prove è balzato davanti a tutti precedendo di soli 83 millesimi il capoclassifica Larry Ten Voorde, a sua volta di un soffio davanti a Gianmarco Quaresmini.

I riscontri di Braschi, dell’olandese di Fulgenzi Racing e del bresciano del team Tsunami a fine giornata sono gli unici che hanno migliorato quello di Cerqui, che sotto le insegne di BeDriver nel pomeriggio si è accontentato di concludere a centro gruppo a oltre un secondo dalla vetta.

Anche loro sotto al muro dell’1 e 50, Aldo Festante (DInamic Motorsport) e Keagan Masters (Team Q8 Hi Perform) hanno completato la top-5 del pomeriggio davanti al sempre più concreto Janne Stiak, oggi il più veloce dei tre alfieri di Target Competition, tutti in top-10.

Il 17enne rookie tedesco ha girato in 51 netto e preceduto Simone Iaquinta, settimo con Prima Ghinzani su crono similare, e i compagni di squadra Senna van Soelen, l’olandese alla prima volta in Carrera Cup Italia, e il due volte campione francese Marvin Klein, il più atteso nel team alto-atesino e il più “abbottonato”.

Lirim Zendeli chiude quindi la top-10 con la 911 GT3 Cup di Ombra Racing anche lui a mezzo secondo da Braschi, con il quale il pilota tedesco ex Fia F2 ed F3 è in contesa diretta per il nuovo titolo riservato ai Rookie Carrera Cup.

Nel turno pomeridiano, nella combattutissima Michelin Cup hanno dettato il passo ALex De Giacomi (Tsunami RT) e Alberto De Amicis (Ebimotors), seguiti però da tutti i rivali diretti per il titolo e che al momento li precedono in classifica: terzo Paolo Gnemmi (Ebimotors), quarto l’attuale capoclassifica Francesco Fenici (Raptor Engineering) e quinto Gianluca GIorgi (BeDriver).

Dopo la già rovente giornata di oggi, da domani a domenica spazio al weekend di gara, il terzo del 2024 a girare la boa di metà stagione. Tutti i 33 iscritti del test si ritroveranno in pista venerdì a partire dalle 14.35 per la canonica ora di prove libere in vista poi di qualifiche e gare fra sabato e domenica.

La 18esima edizione prende il via al Misano World Circuit

La Porsche Carrera Cup Italia si lancia nella 18esima edizione della sua storia sui circuiti più prestigiosi d’Italia. Nel weekend del 5 maggio al Misano World Circuit si riaccendono i motori delle 911 GT3 Cup da 510 cavalli per una stagione che consolida qualità e quantità nei numeri e nei valori, sia in pista sia fuori, dove proseguono i progetti di sostenibilità legati alla certificazione ISO 20121. In un fine settimana che dividerà le sfide tra notte e giorno, sulla griglia di partenza il primo dei sei appuntamenti del 2024 schiera al via 31 piloti (dei 33 iscritti all’intero campionato), 13 team e 23 Centri Porsche da tutta Italia. Il parco partenti presenta diverse novità e conferma la crescita di livello internazionale del monomarca tricolore con dieci nazioni rappresentate. Già a Misano si annunciano equilibrate le varie sfide per i titoli, che fra gli altri per l’assoluto ritroveranno al via il campione in carica Larry Ten Voorde e il nuovo pilota ufficiale del Team Q8 Hi Perform Keagan Masters, oltre ai già titolati Simone Iaquinta (2019 e 2020), Gianmarco Quaresmini (2018 e 2022) e Alberto Cerqui (2021) e il due volte campione della Carrera Cup France Marvin Klein. Il parterre di contendenti è arricchito da volti noti e new-entry, fra le quali spiccano i piloti in lizza nella nuova classifica riservata agli esordienti nella serie di Porsche Italia, che per la prima volta assegnerà il titolo Rookie, grande novità della stagione. Immancabili i protagonisti attesi in Michelin Cup, categoria riservata ai non professionisti nella quale è sfida lanciata al campione in carica Alberto De Amicis, e gli under 23 selezionati per lo Scholarship Programme, il progetto di coaching voluto da Porsche che seguirà undici giovani talenti nell’arco dell’intera stagione favorendone la crescita tecnica e sportiva.

Diretta delle gare su Dazn.

Il primo appuntamento 2024 a Misano Adriatico presenta una variabile in più grazie allo show di gara 1 in notturna, in programma sabato sera alle 21.00, mentre gara 2 completa il weekend domenica alle 12.00. Entrambe le corse saranno trasmesse in diretta su Dazn (anche in modalità gratuita), che per la prima volta seguirà live e on demand l’intero campionato. Per gustarsi tutte le gare e i contenuti on demand della stagione sarà sufficiente avere un abbonamento Dazn attivo o andare su dazn.com/home e, dopo aver cliccato su uno dei contenuti free disponibili in homepage, registrarsi gratuitamente in maniera semplice con e-mail, nome e cognome. Oltre alla possibilità di seguire le dirette, i contenuti della Carrera Cup Italia (sia le gare sia gli highlights) rimarranno a disposizione degli utenti anche successivamente in modalità on demand. Sulla distanza di 30 minuti + 1 giro, entrambe le corse di Misano saranno disponibili anche in live streaming in HD su www.carreracupitalia.it.

I protagonisti.

Dopo il titolo 2023 e il miglior crono nel test collettivo pre-2024 disputato a Imola l’11 aprile scorso, Larry Ten Voorde si ripresenta al via della nuova stagione come punto di riferimento della serie. Il 27enne asso olandese, che vanta anche due titoli in Porsche Supercup e tre nella Carrera Cup Tedesca, è la conferma del team Enrico Fulgenzi Racing – Centro Porsche Udine insieme al giovane connazionale classe 2006 Flynt Schuring, che a soli 17 anni conosce già il mondo delle 911 GT3 Cup ma sarà all’esordio nel monomarca italiano, dove frequenterà anche lo Scholarship Programme. Gli unici più giovani di lui sono tre classe 2007: il tedesco Janne Stiak, approdato in Target Competition – Centro Porsche Trento al fianco di Marvin Klein (Centro Porsche Bolzano), e due rookie italiani: il romano Flavio Olivieri (Raptor Engineering – Centro Porsche Catania) e il pordenonese Nicholas Pujatti, che gareggerà nei colori Villorba Corse – Centro Porsche Treviso come il 20enne padovano Steven Giacon, proveniente dalle categorie Turismo ma anche lui all’esordio in GT.

Oltre a Ten Voorde, Klein e Masters, il 24enne sudafricano che rientra in Carrera Cup Italia con il team Q8 Hi Perform dopo essere stato il miglior giovane 2022, fra gli italiani si iscrivono alla rincorsa all’alloro assoluto i già titolati Simone Iaquinta (Prima Ghinzani – Centri Porsche di Milano), Gianmarco Quaresmini, tornato quest’anno in Tsunami RT – Centro Porsche Brescia, e Alberto Cerqui, alla seconda stagione con BeDriver – Centro Porsche Piacenza, e il già vicecampione Diego Bertonelli, iscritto con TDE – Centri Porsche di Roma. Con lo stesso team si schierano anche due giovani classe 2005 come il tedesco Daniel Gregor (Centro Porsche Parma) e l’austriaco Horst Felix Felbermayr (Centro Porsche Bari), mentre dall’Australia arriva la seconda punta di BeDriver, il 20enne Bayley Hall con la new-entry Centro Porsche Napoli. Completano quindi le fila dello Scholarship Programme il 18enne bresciano Pietro Armanni, alla seconda stagione nella serie, stavolta con Prima Ghinzani – Centro Porsche Firenze, e il 19enne rookie cattolichino di Dinamic Motorsport Francesco Braschi (Centro Porsche Verona), che nel team campione in carica è affiancato da Aldo Festante (Centro Porsche Bologna). Completano la griglia dei piloti Pro l’alfiere del Team Malucelli – Centro Porsche Pesaro Filippo Fant, pilota bellunese all’esordio nel monomarca, e il duo schierato da Ombra Racing: il 33enne statunitense Anthony Imperato (Centro Porsche Torino) ha già preso parte ad alcune gare lo scorso anno, mentre il 24enne tedesco Lirim Zendeli è un prospetto di sicuro interesse visti i suoi trascorsi in Formula 2 e Formula 3 e la sua prima stagione fra le GT e in Carrera Cup Italia, fattori che lo rendono uno dei pretendenti più attesi nella rincorsa al titolo Rookie.

Michelin Cup.

Al Misano World Circuit saranno dieci i protagonisti al via pronti a contendersi la Michelin Cup, a iniziare da Alberto De Amicis, impegnato nella difesa del titolo 2023 insieme a Ebimotors – Centro Porsche Varese, team nel quale il pilota di Guidonia ritrova il compagno di squadra Paolo Gnemmi. Già due volte titolato e secondo lo scorso anno, andrà a caccia della rivincita Alex De Giacomi (Tsunami RT – Centro Porsche Latina), così come Francesco Maria Fenici, terzo nel 2023 e nuovo portacolori di Raptor Engineering – Centri Porsche di Roma. Tra le conferme quelle di Gianluca Giorgi (BeDriver – Centro Porsche Piacenza) e di Max Montagnese (Team Malucelli), mentre rientra dopo 6 anni in Carrera Cup il suo compagno di squadra Stefano Stefanelli (Centro Porsche Mantova). Altro rientro è quello di Luca Pastorelli (Centro Porsche Modena) con la terza 911 GT3 Cup di Dinamic Motorsport, con il romeno Horia-Traian Chirigut (Villorba Corse – Centro Porsche Treviso) e il nuovo portacolori di Prima Ghinzani – Centro Porsche Padova Cesare Brusa che invece rappresentano i nomi nuovi della contesa.

Il programma completo.

Dopo il test pre-gara di giovedì, la tappa d’apertura della Carrera Cup Italia 2024 prende il via a Misano venerdì 3 maggio a fanali e riflettori accesi con la sessione di prove libere in programma dalle 20.45 alle 21.45. Sabato le qualifiche si disputano dalle 10.20 alle 11.00 e decideranno entrambe le griglie di partenza. Sempre sabato, il via della prima gara stagionale è quindi fissato in serata alle 21.00 e domenica quello di gara 2 nell’orario più tradizionale delle 12.00. Entrambe saranno trasmesse in diretta su Dazn anche in modalità gratuita e in diretta streaming sempre in HD sul sito ufficiale www.carreracupitalia.it.

Porsche Carrera Cup Italia, le novità e il calendario 2023

Per la sua 17esima stagione tricolore, che nel 2023 ricade nel 75° anniversario di Porsche, la Porsche Carrera Cup Italia ha definito il calendario e, dopo un’attenta riflessione condivisa con i team che partecipano al monomarca, ha varato una serie di novità con l’intento di rendere ancora più appetibile un format già funzionale che grande successo ha registrato negli ultimi anni in termini di squadre e piloti al via della serie.

Il punto nodale dei cambiamenti apportati al regolamento sportivo è relativo al format generale dei weekend in pista, a iniziare da quello di gara 2, che da quest’anno sarà equiparata a gara 1 con assegnazione del medesimo punteggio ed eliminazione della griglia di partenza che ricalcava l’ordine di arrivo di gara 1 (con l’artificio dell’inversione dei primi sei classificati). Nel 2023 cambia dunque il format delle qualifiche, che ora prevedono un turno unico da 40 minuti: il miglior tempo realizzato da ciascun pilota/vettura determina la griglia di partenza di gara 1, mentre il secondo miglior tempo realizzato determina lo schieramento di gara 2.

Altra novità è l’estensione di due minuti della distanza di ciascuna gara: la durata di entrambe, quindi, aumenta da 28 minuti a30 minuti + 1 giro. Al via sarà ammesso soltanto il modello più evoluto della 911 GT3 Cup, siglato “992”, che sarà impiegato fino alla stagione 2026 compresa. Conseguenza è l’eliminazione della Silver Cup, che fino allo scorso anno ha permesso l’adozione delle generazioni precedenti. La competizione riguarderà dunque la rincorsa al titolo assoluto e a quello della Michelin Cup (confermata per i piloti over 30 classificati FIA “bronze”, non professionisti).

Il nuovo format

Il calendario 2023 prevede 6 appuntamenti con ciascuno due gare da 30’ + 1 giro. In generale le tappe del monomarca tricolore si aprono al venerdì con una sessione di prove libere da 60 minuti. Nella mattinata del sabato si disputano le prove di qualificazione (40 minuti) con appunto la novità dell’assegnazione di entrambe le pole position. Gara 1 scatterà quindi nel pomeriggio, gara 2 invece nella giornata di domenica.

In ogni gara prenderanno punti i primi 15 classificati assoluti secondo lo schema 25 punti al vincitore e poi 20-17-14-12-10-9-8-7-6-5-4-3-2-1. La pole position di gara 1 e quella di gara 2 assegnano ulteriori 2 punti, mentre 1 punto andrà al pilota autore del giro più veloce in ciascuna delle due gare. Nella Michelin Cup i punti saranno assegnati ai primi dieci: 15-12-10-8-6-5-4-3-2-1.

Per la classifica finale sia assoluta di campionato sia della Michelin Cup saranno ritenuti validi i migliori 11 risultati ottenuti nel totale delle 12 gare.

Tra le conferme ci sono il test collettivo che aprirà ufficialmente la stagione venerdì 14 aprile all’Autodromo Nazionale di Monza e i due test pre-gara di 4 ore previsti al giovedì precedente i primi due round 2023 a Misano (6-7 maggio) e a Vallelunga (10-11 giugno). La stagione si concluderà a Imola a fine ottobre dopo aver toccato anche i circuiti del Mugello in luglio, di Monza in settembre e di nuovo il Misano World Circuit, il 7-8 ottobre nell’ambito dell’attesissimo Porsche Festival 2023.

Calendario 2023 Porsche Carrera Cup Italia

14 aprile: Monza (pre-season test)
6-7 maggio: Misano *
10-11 giugno: Vallelunga *
8-9 luglio: Mugello
16-17 settembre: Monza
7-8 ottobre: Misano (Porsche Festival)
28-29 ottobre: Imola
* Pre-race official test al giovedì

Quaresmini è il più veloce nei test collettivi a Monza

Esordio e riscontri di rilievo per la nuova 911 GT3 Cup (modello 992) nel monomarca di Porsche Italia, con piloti e team al lavoro sull’Autodromo Nazionale in vista del primo round stagionale a Imola (7-8 maggio), che fra tante novità ora promette un record di presenze. Primi giri in pista per Jorge Lorenzo: l’iridato delle due ruote e pilota ufficiale del Team Q8 Hi Perform parteciperà all’intero campionato

In una giornata con perfetto meteo primaverile, a Monza la Porsche Carrera Cup Italia ha riacceso i motori nei test collettivi che hanno dato il via alla stagione 2022. L’anteprima stagionale ha dato la possibilità a 36 piloti e 17 team di preparare l’inizio di campionato in vista del primo round del 7-8 maggio a Imola, che visti i numeri di Monza prevede un nuovo record di presenze. Tra i piloti in azione nel test numerose le conferme, i rientri e gli esordienti di rilievo, tra i quali il pluri-iridato delle due ruote Jorge Lorenzo. Lo spagnolo 3 volte campione del mondo della MotoGP ha percorso i primi giri nel monomarca di Porsche Italia da nuovo pilota ufficiale del Team Q8 Hi Perform e ha portato a termine il lavoro programmato con la squadra migliorando i propri riferimenti nel corso della giornata.

In tutto, a Monza sono scese in pista 33 Porsche. Fra queste 29 sono state le nuove 911 GT3 Cup modello 992 all’esordio quest’anno nella Carrera Cup Italia: ancora più tecnologica, potente ed evoluta, la vettura ha immediatamente fatto segnare riscontri cronometrici di alto livello pur non adottando il sistema frenante ABS, una novità regolamentare che renderà ancora più tecniche le sfide della serie.

A fine giornata Giammarco Quaresmini è stato il pilota più veloce con il crono di 1’49”426. Nella lista tempi il driver bresciano di Ombra Racing, campione 2018, anche grazie al miglior intertempo nel settore centrale ha preceduto il compagno di squadra Leonardo Caglioni. Il 18enne bergamasco, staccato di poco meno di due decimi, è risultato il migliore tra gli otto under 23 dello Scholarship Programme presenti al test. Il duo di Ombra Racing è seguito da Diego Bertonelli, autore del terzo tempo: nella sessione pomeridiana il vicecampione 2019 nonché nuovo alfiere del team BeDriver ha migliorato di un decimo (1’49”748) il crono che lo aveva posto al comando in mattinata, centrando anche il miglior intertempo nel terzo settore.

In una graduatoria molto ravvicinata e all’insegna dell’equilibrio delle forze in campo, altri quattro piloti sono riusciti ad abbattere il muro dell’1 e 50. Con il quarto tempo si è classificato il campione 2013 Enrico Fulgenzi (EF Racing) davanti al campione in carica Alberto Cerqui (Ghinzani Arco Motorsport), mentre sesto e settimo hanno concluso due giovani di vertice come Alessandro Giardelli (Ebimotors) e Benedetto Strignano (Villorba Corse). In top-10, a pochi decimi dai miglori, seguono quindi l’esperto pilota GT Matteo Malucelli (Team Malucelli), al rientro in una stagione completa, il riminese classe 1999 Giorgio Amati, passato al team Ghinzani Arco Motorsport, e il parmense Lodovico Laurini con la prima 911 GT3 Cup di Dinamic Motorsport.

Per quanto riguarda la Michelin Cup, ha iniziato al meglio la stagione di rientro nel monomarca tricolore Luca Pastorelli (1’50”894): il pilota modenese di Krypton Motorsport ha concluso 15esimo assoluto precedendo in classe di soli 2 decimi Alberto De Amicis. L’alfiere di Ebimotors è stato uno dei pochi a non migliorare i tempi del mattino, risultando comunque secondo della categoria riservata ai piloti semi-professionisti davanti a Piero Randazzo, terzo alla prima uscita ufficiale con Ombra Racing. Alle loro spalle Francesco Fenici (AB Racing) e Pietro Negra (Ebimotors) hanno completato la top-5 davanti al vicecampione Alex De Giacomi (Tsunami RT), mentre non ha preso parte al test il campione in carica Marco Cassarà (Raptor Engineering). Nella Silver Cup riscontri interessanti per Luigi Peroni (Ebimotors) e Davide Scannicchio (ZRS).

Ha preso il via la quarta edizione della Porsche Esports Carrera Cup Italia

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” overlay_color=”” video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” padding_top=”” padding_bottom=”” padding_left=”” padding_right=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ layout=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” center_content=”no” last=”no” min_height=”” hover_type=”none” link=””][fusion_text columns=”” column_min_width=”” column_spacing=”” rule_style=”default” rule_size=”” rule_color=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=””]

Con la Carrera Cup Italia che ha acceso i motori in primavera, si sono da poco riaccesi pure i simulatori e le emozioni della Porsche Esports Carrera Cup Italia. Primo campionato al mondo di sim racing parallelo a quello reale, l’edizione 2021, la quarta della sua innovativa storia, ha inaugurato la stagione con le prime qualificazioni sul circuito di Misano e ha come riferimento per info, iscrizioni, risultati eccetera il consueto portale ufficiale http://esport.carreracupitalia.it/.

Ancora una volta coordinato in sinergia tra Porsche Italia, Ak Esports e i suoi partner tecnologici, oltre a Q8 Hi Perform e gloTM , entrambi main partner già della serie in pista, il monomarca delle gare virtuali con le 911 GT3 Cup della Casa di Zuffenhausen riporta sfide e spettacolo tra i sim racer più e meno esperti, i tanti appassionati, i piloti e team reali della serie tricolore e gli spettatori dei canali Sky Sport.

Un connubio, quello con il network satellitare, che già lo scorso anno aveva visto protagonisti in tv e in prima serata gli appuntamenti che si disputano attraverso il popolare sim game Assetto Corsa by Kunos Simulazioni.

La Porsche Esports Carrera Cup Italia vanta ormai un ruolo di primo piano nel mondo dell’automobilismo virtuale, per il quale è punto di riferimento sempre più imitato ed evento tra i più attesi. In questi anni ha coinvolto migliaia di appassionati, premiando i vincitori anche con emozionanti esperienze in pista.

Tra questi, alcuni dei migliori interpreti internazionali. Primo a laurearsi campione nel 2018 è stato il sim racer emiliano Enzo Bonito. Nel 2019 si è imposto Danilo Santoro, mentre il team composto dal campione in carica della Carrera Cup Italia Simone Iaquinta e dal sim racer Gianfranco Giglioli ha conquistato l’edizione 2020, preceduta da un Prologo vinto da Giovanni De Salvo e un altro pilota reale come Leonardo Caglioni. E la formula “a squadre” con un pilota e un sim racer ad alternarsi sulla vettura dello stesso team sarà mantenuta anche quest’anno.

Il format 2021

L’edizione 2021 della Porsche Esports Carrera Cup Italia ha in programma due fasi ben distinte. La prima, l’attuale, è di qualificazione per i sim racer che da remoto si contenderanno i 18 posti disponibili per il campionato. Le qualificazioni (iscrizioni su https://esport.carreracupitalia.it/) si svolgono in modalità “hot lap” alla ricerca del giro più veloce parallelamente a ciascun appuntamento in pista del monomarca tricolore, seguendone calendario e circuiti coinvolti e dureranno fino al 24 ottobre, naturalmente tappa per tappa.

I migliori 20 di ciascuna qualificazione “hot lap” parteciperanno al Qualification Day, previsto per sabato 6 novembre. Durante la giornata si svolgeranno le relative 6 gare, che qualificheranno al campionato vero e proprio i primi 3 al traguardo. I 18 sim racer qualificati saranno abbinati in equipaggio con un pilota e un team reali della Carrera Cup Italia, mantenendone la livrea sulla 911 GT3 Cup.

Il campionato si disputa toi ra dicembre e gennaio ricalcando il format della Silver Cup in pista: per ciascun equipaggio, il pilota reale prenderà il via di gara 1 e il sim racer quello di gara 2. In palio per i vincitori ci saranno ancora una volta premi di rilievo, fra i quali esperienze al volante di una Porsche su ghiaccio e in pista, attrezzature per il gaming e per la prima volta anche dei riconoscimenti dedicati ai team coinvolti.

Il calendario delle 6 gare del campionato:

6 dicembre Misano;

13 dicembre Mugello;

20 dicembre Imola;

27 dicembre Vallelunga;

3 gennaio Franciacorta;

10 gennaio Monza.

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]