Il pilota di BeDriver vince dalla pole position e con giro più veloce gara 1 del primo appuntamento della stagione al volante della nuova 911 GT3 Cup. Bene il campione in carica Cerqui, secondo, e Caglioni, terzo a completare il podio. Esordio convincente di Jorge Lorenzo nel monomarca tricolore, che premia De Giacomi in Michelin Cup e ora attende gara 2 in programma domenica alle 12.30 in diretta tv su Sky Sport Arena e in chiaro su Cielo con Fulgenzi e Amati in prima fila

E’ Diego Bertonelli il primo vincitore nella Porsche Carrera Cup Italia 2022. A Imola, alla presenza dell’amministratore delegato di Porsche Italia Pietro Innocenti, il monomarca tricolore ha inaugurato la nuova era delle 911 GT3 Cup di ultima generazione e con il primato di 37 piloti e 17 team al via in un sabato iniziato con l’umido delle qualifiche e l’asciutto di gara 1. In entrambe le occasioni il vicecampione 2019, rientrato nella serie con la scuderia BeDriver – Centro Porsche Piacenza, ha preceduto tutta la concorrenza, facendo segnare anche il giro più veloce. Dopo essere scattato dalla pole position e aver gestito anche due ingressi della safety car, Bertonelli ha vinto davanti al campione in carica Alberto Cerqui, secondo con Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano, e a Leonardo Caglioni, terzo con Ombra Racing – Centro Porsche Padova e migliore fra i 9 under 24 dello Scholarship Programme. Sempre sulla distanza di 28 minuti + 1 giro, domenica 8 maggio gara 2 concluderà il weekend sul circuito del Santerno con il via alle 12.30 e diretta televisiva su Sky Sport Arena e in chiaro su Cielo, oltre al live streaming in HD sul sito ufficiale www.carreracupitalia.it .

Se Bertonelli e Cerqui hanno mantenuto le rispettive posizioni al via dopo il vibrante duello delle qualifiche, quando il 24enne driver toscano ha ottenuto la pole position per appena 3 millesimi sul campione in carica, dalla seconda fila non ha trovato lo spunto migliore Matteo Malucelli, che da terzo si è ritrovato a centro gruppo e ha poi concluso 12esimo in rimonta. Con il pilota del Team Malucelli – Centro Porsche Modena indietro, la sfida per il terzo posto si è risolta a favore di Caglioni quando il 22enne sudafricano Keagan Masters, all’esordio a Imola e con la 911 GT3 Cup gestita da AB Racing – Centri Porsche Roma ha attaccato la seconda piazza di Cerqui alla ripartenza dalla prima safety car impiegata per i ritiri di Pietro Negra, Francesco Fenici e poi Mike Knutzov. Masters è finito largo sulla ghiaia all’uscita della curva Villeneuve, retrocedendo ottavo dalla terza posizione artigliata al via. Sotto al podio, quarto posto per Giammarco Levorato, che ha inaugurato con ritmo competitivo la sua seconda stagione nella serie tricolore con Tsunami RT – Centro Porsche Parma.

Accesa poco dietro la lotta per la top-5: Giorgio Amati (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano) resiste agli attacchi di Andrea Fontana (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo), che alla ripartenza della seconda safety car, impiegata per l’uscita in ghiaia di Piero Randazzo, azzarda un sorpasso che gli fa perdere posizioni e favorisce la risalita di Enrico Fulgenzi al sesto posto. Grazie al piazzamento ottenuto e per effetto della griglia invertita, il campione 2013 di EF Racing partirà dalla pole position in gara 2, affiancato in prima fila da Amati. La top-10 di gara 1 è completata da Masters, settimo al traguardo dopo aver ben figurato all’esordio, Lodovico Laurini, ottavo al rientro con Dinamic Motorsport – Centro Porsche Latina, Gianmarco Quaresmini, nono in rimonta con Ombra Racing – Centro Porsche Brescia, e Aldo Festante, decimo alla sua prima presenza con Raptor Engineering – Centro Porsche Catania.

In gara c’è anche Jorge Lorenzo nelle vesti di pilota ufficiale del Team Q8 Hi Perform. Il pluricampione della MotoGP ha ben figurato nelle insidiose qualifiche della mattina tra umido e poi asciutto dopo aver dovuto saltare le prove libere per impegni propri. Scattato 18esimo in griglia, lo spagnolo ha gestito bene le varie fasi della corsa e le due safety car, concludendo con un convincente 17esimo posto all’esordio dopo essersi esibito anche in un paio di bei sorpassi nei confronti dei rivali.

Rivoluzione post-gara nella Michelin Cup. La categoria dei piloti semi-professionisti premia Alex De Giacomi (Tsunami RT) dopo la penalizzazione inflitta per jump start ad Alberto De Amicis (Ebimotors), poleman di classe e vincitore sul traguardo. Dietro a De Giacomi, primo vincitore stagionale, salgono così al secondo posto Luca Pastorelli (Krypton Motorsport) e al terzo il campione in carica Marco Cassarà (Raptor Engineering – Centro Porsche Brescia). Il podio della Silver Cup, la categoria delle 911 GT3 Cup leggermente più datate, ovvero il modello 991 gen.II, arride invece a Paolo Venerosi Pesciolini, al primo successo di classe con Ebimotors – Centro Porsche Firenze, davanti a Davide Scannicchio (ZRS Motorsport) e a Matteo Rovida (Be-Driver – Centro Porsche Piacenza).

Diego Bertonelli (vincitore gara 1): “La seconda safety car nel finale ha ricompattato il gruppo e ho temuto, ma alla fine ce l’abbiamo fatta. Siamo stati sempre veloci, la 911 GT3 Cup era perfetta e il team BeDriver ha svolto uno splendido lavoro di messa a punto. In pista si è visto bene, sono veramente contento di questo inizio di campionato”.