28 Ottobre 2023 - 9:43

Imola: occhio a… Iaquinta! E Amati e Zelger recuperano

Mentre Amati e Zelger dopo i problemi di ieri saranno regolarmente al via delle cruciali qualifiche di stamattina, il driver di Ghinzani Arco Motorsport lancia la sfida a Ten Voorde pur senza più ambizioni di titolo: nelle libere dell’ultimo round stagionale non è stato il più veloce, ma nel giro ideale sarebbe stato davanti a tutti: “Ma i tempi sono ancora troppo alti!”

Porsche Carrera Cup Italia

Manca ormai poco al tanto atteso (soprattutto dagli sfidanti del capoclassifica Ten Voorde) turno di qualifiche dell’ultimo round della Porsche Carrera Cup Italia a Imola.

Una sessione che nella mattinata potrebbe davvero dire molto sul prosieguo del weekend considerando la situazione in classifica generale, dove il velocissimo olandese è al comando e nel caso di pole position potrebbe ulteriormente allungare, se non addirittura chiudere i conti per il titolo definitivamente.

A sfidarlo e a provare a rovesciare i pronostici sono matematicamente in corsa altri sei piloti, tutti non particolarmente brillanti nelle libere di ieri (nei tempi, perché il lavoro in generale da quanto dichiarato è stato svolto bene).

Tra questi si è registrato anche un problema per Amati, che ha dovuto saltare gli ultimi 20 minuti della sessione. Il team Dinamic ha risolto l’inconveniente al propulsore utilizzato dal driver riminese, che a breve si schiererà regolarmente al via delle qualifiche (così come Zelger con Tsunami RT, ieri immediatamente fermato da una perdita d’acqua).

Il più veloce del venerdì è stato Ten Voorde in 1’44”760 davanti al neo-arrivato campione transalpino Klein e a Iaquinta, anche se gli intertempi migliori e dunque anche il giro ideale premierebbero proprio quest’ultimo.

Come spesso gli è già accaduto, il bi-campione di Ghinzani Arco Motorsport ha girato sempre vicinissimo a Ten Voorde e in qualifica ha tutte le intenzioni di confermarsi ai vertici anche per rifarsi di un’annata particolare che essenzialmente ha svoltato (in negativo) con il patatrac di Monza con Masters due round fa.

Il tempo ideale di Iaquinta ieri sarebbe stato 1’44”406 (Ten Voorde 1’44”571), ma lo stesso driver calabrese non si è affatto esaltato di fronte ai crono realizzati (e mancati), tutt’altro: “Nelle libere tutto bene, abbiamo un po’ di lavoro da fare perché non eravamo perfetti, però tutto sommato bene e non ho potuto chiudere il mio miglior giro perché ho trovato De Amicis alla Rivazza. I tempi sono alti comunque, io non sono contento”.

I limiti secondo il due volte titolato dovrebbero essere più veloci. E non di poco: “Bisogna fare un secondo meglio con le gomme usate. La pole deve essere sul 43 basso”. In realtà qualcuno parla anche di un 43 netto se non addirittura sotto.

Di fatto, a parte trovare un giro super pulito con ben 37 Porsche in pista, molto dipenderà anche dalle condizioni che i piloti troveranno, con il forte vento di ieri che stamattina spira più docile sull’autodromo del Santerno favorendo anche temperature ancora più gradevoli (si potrebbe anche arrivare sul limite dell’ideale sull’asfalto) con il sole che splende in cielo.

L’unica cosa certa è che l’agonismo sarà ai massimi livelli per riuscire a mettere le ruote davanti a Ten Voorde…

Porsche Carrera Cup Italia

Ten Voorde svetta nei test collettivi a Imola

12 Aprile 2024 - 9:43
Porsche Carrera Cup Italia

Ecco il calendario definitivo e le novità 2024

14 Febbraio 2024 - 8:36
Porsche Carrera Cup Italia

Novità classifica Rookie nel 2024

27 Dicembre 2023 - 13:04
Porsche Carrera Cup Italia

Premiati al Porsche Experience Center Franciacorta i Campioni 2023

27 Novembre 2023 - 14:51
Porsche Carrera Cup Italia

Svelato il calendario 2024

01 Novembre 2023 - 17:29
Porsche Carrera Cup Italia

Festante selezionato per lo Shoot Out Porsche!

31 Ottobre 2023 - 12:31
Porsche Carrera Cup Italia

Iaquinta: “Nel 2024 vorrei riprendermi il titolo!”

31 Ottobre 2023 - 10:19
Porsche Carrera Cup Italia

Dinamic Motorsport al quinto hurrà fra i team

30 Ottobre 2023 - 8:39