02 Giugno 2024 - 9:22

Imola: avanza lo straniero!

A Ten Voord e Masters ieri in gara 1 stavolta sul podio si è aggiunto Klein, che dopo il riscatto non molla le speranze di titolo, mentre continua il duello fra i due battistrada. L'alfiere del team Q8 Hi Perform: "E' ancora lunga, possiamo ancora prenderlo". Fra gli italiani Braschi sorprende ancora. Oggi gara 2 alle 12.00 (live Dazn)

Porsche Carrera Cup Italia

Gara 1 del secondo round della Porsche Carrera Cup Italia ieri pomeriggio a Imola ha rispettato i pronostici e la griglia di partenza uscita dalla qualifica “a singhiozzo” vissuta in mattinata. E come in gara 2 a Misano sono tre piloti stranieri di livello internazionale ad avere la meglio, con Larry Ten Voorde che allunga in classifica vincendo e volando al Nurburgring per la 24 Ore, dal quale è di ritorno stamattina per disputare gara 2, dove alle 12.00 (diretta Dazn e www.carreracupitalia.it) si posizionerà di nuovo in pole position.

“Sono felice e ringrazio il team – ha detto il campione in carica di Fulgenzi Racing –, abbiamo potuto migliorare la macchina dopo le qualifiche e ho potuto disputare una grande gara. Non è stata facile con le safety car ma, esattamente come al primo via da fermo, sono sempre riuscito a ripartire molto bene nonostante la pressione e ho potuto spingere, davvero sono molto contento. Come sapete sono molto impegnato in questo weekend!”

Con il volo privato che lo aspettava “al volo” a Bologna per portarlo in Germania (a proposito: a fargli da autista fino all’aereo ci ha pensato proprio Enrico Fulgenzi) non c’è stato nemmeno il tempo per chiedere un commento sulla situazione attuale del campionato, dove si è allargato il vantaggio su Keagan Masters, ora distante 14 punti e chiamato a una nuova risposta in gara 2 dopo esserci riuscito a Misano.

Non sarà facile, ma il sudafricano pilota ufficiale del Team Q8 Hi Perform e seguito da Ombra Racing non si dà per vinto: “Il secondo posto era il massimo che potevamo fare in gara 1. Abbiamo sofferto il caldo, a essere onesto credo che anche gli altri abbiano sofferto. Era facile commettere errori, Larry ha corso bene per l’intera gara e non posso che essere felice di questa P2. In gara 2 abbiamo bisogno di vincere, ma il secondo posto è positivo e il team ha svolto un ottimo lavoro. Ora dobbiamo provarci, mai dire mai. Larry sarà sempre Larry in gara 2, sarà veloce e io dovrò lavorare molto per raggiungerlo. In campionato siamo lì, 2 vittorie a 1, lui ha avuto gli extra-punti di pole position e giri veloci, dobbiamo vedere che cosa succederà oggi, la stagione è lunga e quindi possiamo ancora prenderlo”.

Riscattato il round di Misano, ieri è tornato sul podio anche Marvin Klein. Il due volte campione della Carrera Cup France ha colto un solido terzo posto esattamente come gli era successo in Supercup due settimane fa e sa che il suo monomarca italiano è iniziato proprio ieri, quando ha iniziato ad “aggiustare” la sua classifica.

“Non era andata affatto bene a Misano – ha detto il portacolori di Target Competition dopo gara 1  a Imola –, quindi ora abbiamo bisogno di prendere punti pesanti per il campionato a ogni weekend. Io e il team abbiamo tutte le intenzioni di lottare ai vertici, gara 1 qui termina sul podio quindi sono molto contento, la nostra stagione inizia ora e spingeremo da qui alla fine. In gara 2, di nuovo, non partiremo in pole, dovrò cogliere l’occasione se ne avrò una, vedremo, ma di sicuro spingerò e credo che potremo anche avere un buon passo gara, abbiamo bisogno di un intero weekend al top.”

Sul fronte italiano, invece, pur con Bertonelli e Quaresmini in crescita e i segnali di recupero di Cerqui e di uno sfortunatissimo (in qualifica) Iaquinta, la certezza resta la sorpresa Francesco Braschi. Il giovane pilota cattolichino di Dinamic Motorsport resta con i piedi per terra, ma il quarto posto in rimonta agguantato ieri è prezioso e dà morale, in classifica assoluta (dove consolida il terzo posto), in quella Rookie (dove ha di nuovo fatto più punti di tutti) e anche negli equilibri interni allo Scholarship Programme, dove crescono bene alcuni giovanissimi rivali, a iniziare da un veloce Janne Stiak, messosi in evidenza anche a Imola.

“Dopo una buona partenza – ha dichiarato Braschi al termine di gara 1 – mi sono trovato in una buona situazione, ho aspettato il momento giusto e sono balzato quarto già al secondo giro. Viste le qualifiche che non sono andate come volevo, soprattutto in gara 2 parto molto indietro, questo risultato è un bel traguardo e nella prossima tappa spero di migliorare in prova. Il passo in gara c’era, dopo due weekend in Supercup che non sono andati benissimo, perché sentivo la macchina scivolare sul posteriore, ho trovato finalmente la confidenza qui a Imola e sono contento per quello, poi sulle qualifiche ci lavoreremo.”

Porsche Carrera Cup Italia

Ten Voorde replica in gara 2 a Imola

02 Giugno 2024 - 15:33
Porsche Carrera Cup Italia

Imola: il festival dell’inedito in Michelin Cup!

02 Giugno 2024 - 9:30
Porsche Carrera Cup Italia

Ten Voorde conquista gara 1 a Imola

01 Giugno 2024 - 19:28
Porsche Carrera Cup Italia

Ten Voorde non sbaglia e va in pole a Imola

01 Giugno 2024 - 11:12
Porsche Carrera Cup Italia

A Imola nelle libere comanda la pioggia

31 Maggio 2024 - 17:25
Porsche Carrera Cup Italia

Imola: ora Ten Voorde è anche ubiquo

31 Maggio 2024 - 14:34
Porsche Carrera Cup Italia

La Porsche Carrera Cup Italia disputa a Imola il secondo round della stagione

31 Maggio 2024 - 12:36
Porsche Carrera Cup Italia

Secondo atto a Imola: orari e tv del weekend

27 Maggio 2024 - 9:45