Nell’emozionante finale di Monza il pilota bresciano del Team Q8 Hi Perform celebra il suo primo alloro nel monomarca tricolore precedendo sul traguardo di gara 2 Moretti e Strignano, al primo podio in carriera. Sfortunati i rivali Quaresmini e Giardelli, nominato però miglior under 23 dello Scholarship Programme. Cassarà (Raptor Engineering) si aggiudica per la seconda volta il titolo di Michelin Cup, mentre quello Team è di Dinamic Motorsport.

Monza. Alberto Cerqui è il campione 2021 della Porsche Carrera Cup Italia. A Monza il verdetto finale è arrivato al termine di un’emozionante gara 2 dell’ultimo round, che ha concluso una stagione tra le più adrenaliniche del monomarca tricolore, arrivato all’ultima domenica 2021 con ancora tre piloti in lizza per il titolo. Il neo-campione, portacolori del Team Q8 Hi Perform, ha celebrato il suo primo alloro nella serie di Porsche Italia nel modo più convincente, vincendo gara 2 dopo aver superato in sequenza Giorgio Amati, Marzio Moretti e Daniele Cazzaniga, che partivano davanti a lui, nel giro di 4 tornate. Sul traguardo, il pilota bresciano ha poi preceduto lo stesso Moretti, secondo con la 911 GT3 Cup di Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo con la quale il 19enne pilota mantovano ha cercato di insidiare fino all’ultima curva il vincitore, e Benedetto Strignano, il promettente driver pugliese che grazie al terzo posto ha ottenuto il primo podio personale in carriera e primo in stagione nell’assoluta per AB Racing – Centri Porsche di Roma.

Sfortunata, invece, la gara 2 dei rivali diretti di Cerqui per il titolo, Alessandro Giardelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) e Gianmarco Quaresmini (Tsunami RT – Centro Porsche Brescia). Poleman e vincitore in gara 1 sabato sul bagnato, Giardelli, che si è presentato al via con un solo punto da recuperare sul capoclassifica, al giro 7 è finito in testacoda alla Roggia proprio durante un duello con Quaresmini e ha poi concluso soltanto undicesimo, comunque vicecampione 2021 e a 19 anni anche scelto a rappresentare lo Scholarship Programme italiano all’International Shoot Out, la sfida conclusiva tra i piloti giovani più promettenti provenienti dalle varie Carrera Cup nazionali che mette in palio la possibilità di diventare pilota Junior ufficiale Porsche. Dall’altro lato Quaresmini è stato costretto allo stop in conseguenza a un contatto in Prima Variante con Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano), ritirato pure lui dopo aver preso il comando al via sul poleman Moretti e aver poi ceduto il passo a Cerqui e lo stesso giovane mantovano.

Oltre al titolo assoluto, il weekend all’Autodromo Nazionale ha assegnato il titolo Team a Dinamic Motorsport. Per la compagine emiliana di Giuliano Bottazzi e Maurizio Lusuardi è il quarto titolo nel monomarca di Porsche Italia. A conferma di una prolungata presenza ai vertici, i precedenti sono datati 2016, 2018 e 2019. Tornando allo Scholarship Programme, alla nomination di Giardelli è seguita anche l’indicazione di Moretti come eventuale wild card italiana. Marco Cassarà ha invece conquistato il secondo titolo personale della Michelin Cup dopo quello datato 2019.

Dopo aver vinto la categoria in gara 1 sotto alla pioggia, il pilota romano di Raptor Engineering – Centri Porsche Catania ha completato il trionfo con il secondo posto ottenuto in gara 2 al termine di una corsa gestita proprio in ottica titolo e vinta dal rivale diretto Alex De Giacomi (Tsunami RT – Centro Porsche Brescia), con il quale Cassarà ha duellato per l’intera stagione. Il podio di giornata della Michelin Cup è stato quindi completato da Gianluca Giorgi (Ebimotors – Centro Porsche Varese), particolarmente a suo agio sulla pista di casa per l’intero weekend, mentre con una topo-5 si è assicurato il terzo posto in campionato Francesco Maria Fenici, alla sua prima stagione nel monomarca di Porsche Italia con AB Racing – Centri Porsche di Roma.

Max Montagnese si era aggiudicato il titolo della Silver Cup già nello scorso round al Porsche Experience Center Franciacorta. A Monza in gara il neo-campione calabrese del Team Malucelli – Centro Porsche Catania ha ottenuto due secondi posti, preceduto dall’esperto Pietro Negra, vincitore anche in gara 2 al volante della 991 GT3 Cup gen.I di Ebimotors.

Alberto Cerqui (vincitore gara 2 e campione 2021): “Obiettivo raggiunto, per me quest’anno era tutto nuovo, fra team e tecnici e non era facile adattarsi fin dalle prime gare. Il feeling è stato invece immediato e siamo riusciti a iniziare con pole position e vittoria a Misano e ora a concludere di nuovo con una vittoria. Abbiamo vissuto qualche alto e basso in stagione, ma nel complesso siamo stati costanti e competitivi. Grazie al Team Q8 Hi Perform e a Ghinzani Arco Motorsport per il grande supporto che mi hanno dato durante tutto l’anno, se sono qui a festeggiare sul podio il merito è anche loro”.

Le classifiche

Assoluta: 1. Cerqui 220; 2. Giardelli 201; 3. Quaresmini 175; 4. Moretti 173; 5. Fulgenzi 162.

Michelin Cup: 1. Cassarà 91; 2. De Giacomi 87; 3. Fenici 41; 4. Randazzo 32; 5. Giorgi e Corradina 28.

Silver Cup: 1. Montagnese 63; 2. Scannicchio 43; 3. Parisini 34; 4. Biolghini e Negra 11; 6. Scarpellini 6.

Team: 1. Dinamic Motorsport 440; 2. Ombra Racing 309; 3.Tsunami RT 280; 4. Bonaldi Motorsport 190; 5. Ghinzani Arco Motorsport 184.