Il 19enne rookie di Dinamic Motorsport trionfa sul bagnato dalla pole e si porta a un solo punto dal pilota del Team Q8 Hi Perform, terzo dietro a Quaresmini, pure lui ancora in lizza. In Michelin Cup, invece, Cassarà allunga su De Giacomi ma tutto si decide nel vibrante finale di gara 2, l’ultima stagionale al via domenica alle 11.05 in diretta su Sky Sport Arena e in chiaro su Cielo. Nel pomeriggio la nomination del miglior giovane dello Scholarship Programme italiano che parteciperà all’International Shoot Out.

Monza. Con un sabato da dominatore sull’asciutto e sul bagnato, Alessandro Giardelli riapre tutti i giochi per il titolo 2021 della Porsche Carrera Cup Italia, che si decide domenica 31 ottobre nell’ultima gara della stagione, che ora prevede il testa a testa decisivo tra il rookie di Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna e Alberto Cerqui (Team Q8 Hi Perform), ancora in vetta alla classifica ma soltanto di 1 punto. Dopo aver conquistato la pole position negli ultimi istanti di una qualifica mozzafiato, Giardelli ha vinto gara 1 che nell’emozionante sabato del monomarca di Porsche Italia si è disputata nelle condizioni più difficili per la pioggia iniziata a cadere nel pomeriggio. Il 19enne pilota lecchese ha comandato la corsa in maniera perfetta, dapprima scavalcando in Parabolica Gianmarco Quaresmini, autore di uno spunto migliore al via dalla prima fila, e poi gestendo al meglio ben due ripartenze da safety car, impiegata dopo le uscite in Prima Variante di Federico Malvestiti e Marco Parisini. Con Giardelli irraggiungibile, Quaresmini ha difeso il secondo posto che gli permette di rimanere in lizza per il titolo, seppure staccato in classifica, in quanto per il pilota di Tsunami RT – Centro Porsche Brescia sono 19 i punti da recuperare quando in lizza ce ne sono ancora 27. Il terzo posto sul podio ha invece consentito a Cerqui di mantenersi in vetta al campionato. Lo spettacolo decisivo è in programma nella finale gara 2 domenica 31 ottobre alle 11.05 con diretta tv su Sky Sport Arena (Sky 204) e in chiaro su Cielo (26 del digitale terrestre) e in live streaming in HD su www.carreracupitalia.it.

Per l’inversione della griglia dei primi 6 di gara 1, in pole position si accomoderà Marzio Moretti, che con il team Bonaldi Motorsport nel sabato della Carrera Cup Italia ha appunto concluso soltanto al sesto posto dopo uno sfortunato tentativo di attacco all’ultimo giro su Quaresmini per la seconda posizione. Il pilota mantovano classe 2002 troverà al suo fianco in prima fila Daniele Cazzaniga, quinto in gara 1 al volante della 911 GT3 Cup di Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano davanti a Giorgio Amati, a sua volta quarto per Dinamic Motorsport – Centro Porsche Firenze. Sulla quarta casella della griglia ci sarà quindi Cerqui, con gli avversari diretti Quaresmini e Giardelli immediatamente a seguire in terza fila. Escono invece dalla contesa per il titolo lo stesso Moretti, ora quarto in classifica generale, Leonardo Caglioni (Ombra Racing – Centro Porsche Padova), partito dal fondo in gara 1 dopo uno sfortunato contatto subìto in qualifica, ed Enrico Fulgenzi (EF Racing – Centro Porsche Pesaro), ottavo al traguardo in scia a Risto Vukov, settimo con GDL Racing – Centro Porsche Bari, e davanti ai rookie Benedetto Strignano (AB Racing – Centri Porsche di Roma) e Federico Malvestiti (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano). A proposito di giovani, all’Autodromo Nazionale domenica le emozioni si prolungheranno fino alle 14.30, quando nell’hospitality Porsche si terrà la nomination per l’International Shoot Out, la supersfida finale con i migliori giovani provenienti dalle varie Carrera Cup nazionali che per il vincitore assoluto mette in palio la possibilità di diventare pilota Junior di Porsche.

Alessandro Giardelli (vincitore gara 1): “E’ la mia prima vittoria in Carrera Cup Italia! Sono felicissimo, finalmente è arrivata, dopo così tanti podi, ci voleva davvero ma dobbiamo continuare così anche per gara 2. Oggi comunque devo ringraziare il team per la macchina in perfette condizioni che mi ha messo a disposizione. Con la pole position sull’asciutto e la vittoria in gara 1 abbiamo dimostrato di andare forte in ogni situazione”.

Gara 2 deciderà anche le sorti della Michelin Cup, categoria nella quale sono in corsa Marco Cassarà e Alex De Giacomi. La sfida del sabato ha arriso a Cassarà, che, vincendo in rimonta nelle condizioni più difficili, ha allungato in classifica sul rivale bresciano e ora il driver romano con il team Raptor Engineering – Centro Porsche Catania è completamente focalizzato sulla sfida finale. In conseguenza a una penalità di 5 secondi comminata a Piero Randazzo (AB Racing – Centri Porsche di Roma) per un sorpasso ancora sotto regime di safety car, è stato promosso al secondo posto dietro a Cassarà l’alfiere Ebimotors – Centro Porsche Varese Gianluca Giorgi, grande protagonista anche in qualifica sul circuito di casa, mentre in terza posizione è stato classificato proprio De Giacomi con la 911 GT3 Cup di Tsunami RT – Centro Porsche Brescia. Sul bagnato si è quindi particolarmente distinto Pietro Negra in rimonta. Al ritorno in gara e alla prima stagionale, l’esperto pilota di Ebimotors ha vinto in Silver Cup precedendo il neo-campione 2021 Max Montagnese (Team Malucelli – Centro Porsche Catania) e riuscendo a entrare in zona punti anche in Michelin Cup.