Kujala firma gara 2 della Porsche Carrera Cup Italia a Monza

Kujala firma gara 2 della Porsche Carrera Cup Italia a Monza

 

Il pilota di Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo conquista la sua prima vittoria nel monomarca davanti a Conwright e Bertonelli dopo l'esclusione di Iaquinta. Il canadese Mardini concede il bis in Michelin Cup, mentre Mercatali coglie il primo successo in Silver Cup. Prossimo appuntamento a Misano il 17-19 maggio.

 

Monza. Duelli al limite e spettacolo a Monza sono stati gli ingredienti anche di gara 2 del primo round della Porsche Carrera Cup Italia 2019. Tra i colpi di scena finali, Patrick Kujala conquista la sua prima vittoria nel monomarca tricolore, precedendo Jaden Conwright e Diego Bertonelli, terzo e tuttora al comando della classifica generale dopo la vittoria colta in gara 1 sabato. Kujala, 22enne pilota finlandese di Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo, all'esordio nella serie di Porsche Italia, è stato protagonista di una sfida intensa e spettacolare che, oltre a Conwright, l'alfiere californiano di Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna, aveva coinvolto Simone Iaquinta, rimasto in testa per tutta la corsa. Il pilota calabrese, pur avendo tagliato per primo il traguardo, è stato però escluso dalla classifica nel dopogara perché la 911 GT3 Cup di Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano non ha superato le verifiche tecniche a causa della mancanza del quantitativo minimo di carburante richiesto dal regolamento. Con una classifica di campionato molto ravvicinata che alle spalle di Bertonelli vede ora Conwright e Kujala inseguire a una manciata di punti, la Porsche Carrera Cup Italia disputerà il secondo appuntamento del 2019 a Misano dal 17 al 19 maggio.

 

Alle spalle della 911 GT3 Cup di Dinamic Motorsport in livrea Q8 Hi Perform di Bertonelli, hanno completato la top-5 il compagno di squadra Moritz Sager (Centri Porsche di Brescia) e Tommaso Mosca (Ombra Racing – Centro Porsche Padova). Il 17enne austriaco, che scattava dalla pole position per effetto della griglia invertita rispetto ai primi sei classificati di gara 1, ha di nuovo concluso a punti il suo primo weekend nel monomarca di Porsche Italia, così come Stefano Monaco, che per AB Racing – Centri Porsche di Roma ha concluso sesto assoluto dopo il nono posto di sabato.

 

Tra i due, in quinta posizione ha quindi concluso gara 2 Mosca. Il 19enne pilota bresciano partiva dall'ultima posizione dopo il ritiro e la penalty rimediati sabato, ma grazie a una lunga serie di sorpassi è stato capace di rimontare fino a raggiungere la zona punti per la prima volta in stagione. Una rimonta ha caratterizzato anche le gare di Davide Di Benedetto (Ombra Racing – Centro Porsche Catania), risalito fino all'ottavo posto assoluto, e di Enrico Fulgenzi, ma l'alfiere di Tsunami RT – Centro Porsche Latina è stato poi rallentato da un drive through comminatogli per un contatto con Francesco Massimo De Luca (AB Racing – Centri Porsche di Roma) poco dopo il via.

 

Settimo assoluto e di nuovo vincitore della Michelin Cup è Bashar Mardini. Il canadese campione in carica della categoria per GDL Racing – Centro Porsche Verona ha fatto il bis dopo il successo di ieri, precedendo sul podio un arrembante Luca Pastorelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena), nono assoluto dopo la rimonta completata da fondo schieramento, e Marco Cassarà (Ombra Racing), che ha completato la top-10.

 

In Silver Cup successo per Niccolò Mercatali, che seguito da Marco Galassi ha guidato la doppietta del Team Malucelli. Protagonista nelle prime fasi di gara 2, infine, Giovanni Berton, ma all'alfiere di AB Racing -Centri Porsche di Roma, che scattava dalla prima fila al fianco di Sager, è stato comminato un drive through per partenza anticipata.

 

La classifica di gara 2 (domenica)

1. Kujala (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) 17 giri in 31'38”330 alla media di 186,8 km/h; 2. Conwright (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 0”133; 3. Diego Bertonelli (Dinamic Motorsport) a 0”992; 4. Sager (Dinamic Motorsport – Centri Porsche di Brescia) a 10”606; 5. Mosca (Tsunami RT – Centro Padova) a 13”437; 6. Monaco (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 19”524; 7. Mardini (GDL Racing – Centro Porsche Verona) a 25”570; 8. Di Benedetto (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) a 26”043; 9. Pastorelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 28”052; 10. Cassarà (Ombra Racing) a 31”042; 11. Mendez (Dinamic Motorsport) a 37”717; 12. Grosso (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 37”897; 13. Berton (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 38”080; 14. Nicolle (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 40”511; 15. Fulgenzi (Tsunami RT – Centro Porsche Latina) a 43”295; 16. De Giacomi (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 53”228; 17. Mercatali (Team Malucelli – Centro Porsche Mantova) a 1'02”352; 18. Galassi (Team Malucelli) a 1'13”048.

Giro più veloce: il 15° di Jaden Conwright in 1'50”650 alla media di 188,5 km/h.