Fulgenzi vince gara 1 in notturna della Carrera Cup Italia al Porsche Festival di Misano

Fulgenzi vince gara 1 in notturna della Carrera Cup Italia al Porsche Festival di Misano

Nel contesto più emozionante dedicato a tutti gli appassionati della casa di Zuffenhausen, il pilota di Tsunami RT – Centro Porsche Latina la spunta nell'inedita serale del penultimo round 2019. Sul podio salgono Kujala, che diventa il nuovo leader della classifica, e Cerqui. Mardini torna al successo in Michelin Cup mentre Reggiani allunga le mani sulla Silver Cup. Domenica alle 12.25 gara 2 in diretta tv su Cielo con Festante in pole position e dalle 14.00 la seconda parata con centinaia di Porsche allineate sul rettilineo di partenza.

 

Misano Adriatico. Adrenalina ed emozioni non si sono fatte attendere nel sabato del penultimo round della Carrera Cup Italia 2019 di scena al Mugello World Circuit nel contesto ideale del Porsche Festival 2019. Giornata lunghissima quella che ha portato all'inedita sfida in notturna di gara 1 e caratterizzata dalle tante iniziative della grande festa che Porsche Italia dedica a tutti gli appassionati, ai possessori e ai fan della casa di Zuffenhausen, culminate nel pomeriggio nella grande parata con le centinaia di auto presenti e i loro proprietari allineati sul rettilineo di partenza: un evento nell'evento che replica domenica dalle 14.00. I momenti clou del Porsche Festival saranno ancora la grande parata e gara 2 della Carrera Cup Italia, che alle 12.25 sarà trasmessa in diretta tv in chiaro su Cielo e via satellite su Sky Sport Arena, oltre che in live streaming in HD sul sito ufficiale www.carreracupitalia.it e sulla pagina Facebook ufficiale del monomarca tricolore.

 

A Misano nella gara 1 del sabato, disputata in serata a riflettori accesi, Enrico Fulgenzi ha messo a segno uno spettacolare doppio sorpasso su Diego Bertonelli e Alberto Cerqui e portato in trionfo la 911 GT3 Cup di Tsunami RT – Centro Porsche Latina al termine di una corsa combattuta quanto avvincente durante la quale ha duellato a lungo con tutti i pretendenti al titolo assoluto. Vincendo la prima sfida del weekend, il pilota marchigiano, già campione nel 2013, è tornato in piena lotta in una classifica di campionato che ora vede i primi 5 compresi in appena 11 punti a tre gare dal termine (gara 2 a Misano più le due di Monza il 19-20 ottobre). In testa alla graduatoria, anche grazie al punto aggiuntivo del giro più veloce, è salito Patrick Kujala. Il 23enne finlandese di Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo ha a lungo insidiato la leadership di Fulgenzi in gara e sul traguardo ha concluso secondo in scia, salendo sul podio seguito da Cerqui. Terzo al traguardo, il pilota bresciano di Dinamic Motorsport ha preceduto Bertonelli, che nella bagarre non è riuscito a capitalizzare la prima posizione al via dopo un'ottima partenza, concludendo quarto. Il pilota di Q8 Hi Perform è comunque riuscito ad accorciare il divario con la vetta della classifica, guadagnata come detto da Kujala ma nel contempo persa da Simone Iaquinta. Il portacolori di Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano ha cercato la rimonta dalla terza fila, ma è stato costretto a rallentare a pochi giri dal termine dopo un ultimo contatto occorsogli proprio con Bertonelli. La top-5 è stata così completata da Jaden Conwright. Mai riuscito a inserirsi nella lotta con il gruppetto di testa, il pilota californiano di Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna ha centrato un piazzamento ugualemnte importante che lo rilancia al secondo posto della classifica a una sola lunghezza da Kujala. I pretendenti al titolo torneranno a sfidarsi in gara 2, nella quale, per effetto dell'inversione dei primi sei di gara 1, in pole position si schiererà il rookie campano Aldo Festante (Ombra Racing – Centro Porsche Padova), sabato autore di una bella rimonta da metà schieramento fino appunto al sesto posto al traguardo.

 

Il nono posto assoluto è valso la vittoria in Michelin Cup a Bashar Mardini. Il pilota canadese di GDL Racing è così tornato al successo nella categoria che lo vede ancora sfida, da campione in carica, l'attuale capoclassifica Marco Cassarà. Assente Alex De Giacomi per influenza, il pilota romano di Ombra Racing – Centro Porsche Torino, secondo di classe in gara 1, ha potuto allungare sul rivale bresciano, ancora secondo in classifica proprio davanti a Mardini. Terzo sul podio ha quindi concluso il gentleman driver austriaco Philipp Sager (Dinamic Motorsport), all'esordio nel monomarca tricolore. In Silver Cup il successo pieno colto da Federico Reggiani permette al pilota bergamasco di Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano di allungare le mani sul titolo. Con lui sul podio di gara 1 sono saliti Giosuè Rizzuto e Marco Parisini, entrambi all'esordio stagionale con le 991 GT3 Cup gen.I del Team Malucelli.

 

Enrico Fulgenzi (vincitore gara 2):Oggi per noi è stata la gara più bella della stagione, è stato meraviglioso riuscire a superare due vetture in un colpo solo. Poi sapevo che Kujala, che oggi era il più veloce, mi avrebbe attaccato, ma ho resistito e gran parte del merito va a tutti questi fan che mi seguono, rappresentano una spinta incredibile! Ora abbiamo del tutto riaperto il campionato, continueremo a spingere al 100% dal primo all'ultimo giro”.

 

La classifica di gara 1

1. Fulgenzi (Tsunami RT – Centro Porsche Latina) 18 giri in 31'11”936 alla media di 146,290 km/h; 2. Kujala (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) a 0”254; 3. Cerqui (Dinamic Motorsport) a 0”999; 4. Bertonelli (Q8 Hi Perform) a 1”170; 5. Conwright (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 2”897; 6. Festante (Ombra Racing – Centro Porsche Padova) a 9”462; 7. Grosso (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 16”148; 8. Laurini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Firenze) a 16”734; 9. Mardini (GDL Racing – Centro Porsche Verona) a 17”023; 10. De Luca (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 17”343; 11. Cassarà (Ombra Racing – Centro Porsche Torino) a 17”704; 12. Sager P. (Dinamic Motorsport) a 22”478; 13. Pastorelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 23”105; 14. Fadel (Dinamic Motorsport) a 36”064; 15. Di Benedetto (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) a 37”627; 16. Reggiani (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 38”427; 17. Rizzuto (Team Malucelli – Centro Porsche Mantova) a 51”115; 18. Locanto (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 1 giro; 19. Parisini (Team Malucelli – Centro Porsche Mantova) a 1 giro; 20. Iaquinta (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 2 giri; 21. Lazarevic (Duell Race – Centro Porsche di Bolzano) a 6 giri.

Giro più veloce: il di Kujala in 1'37”970 alla media di 155,288 km/h.