Porsche Carrera Cup Italia, a Imola Rovera vince gara 2 e Mosca resta leader

Porsche Carrera Cup Italia, a Imola Rovera vince gara 2 e Mosca resta leader

Il campione in carica di Tsunami RT – Centro Porsche Padova domina la corsa della domenica dopo un bel sorpasso a Bertonelli, che conclude secondo mentre il 18enne rookie bresciano comanda la classifica dopo il primo round grazie a un altro podio dopo il successo di sabato. In Michelin Cup doppietta per il canadese Mardini. Prossima tappa a Le Castellet dall'11 al 13 maggio.

 

Imola. Duelli e sorpassi, in diretta tv su Italia 1, sono continuati a Imola anche nella domenica del primo round della Carrera Cup Italia 2018. Scattato terzo dalla griglia di partenza, Alessio Rovera ha portato in casa del team Tsunami RT – Centro Porsche Padova la seconda vittoria del weekend, condita anche dal punto aggiuntivo del giro più veloce. Il pilota 22enne varesino, campione in carica del monomarca tricolore, ha superato Bashar Mardini al via e poi con una bella manovra in rettilineo Diego Bertonelli dominando dalla fine del primo giro fino al traguardo. Scattato dalla pole per effetto della griglia invertita dei primi sei di gara 1, Bertonelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) è salito sul secondo gradino del podio resistendo ai ripetuti attacchi di Tommaso Mosca (Tsunami RT – Centro Porsche Padova), che da esordiente assoluto ha concluso terzo completando il podio dopo la vittoria in gara 1 sabato, e di Enrico Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina), quarto domenica dopo la pole position con record e il podio di sabato. Alla luce di questi risultati e di un fine settimana combattutissimo in pista, Mosca, che è anche uno dei sei giovani selezionati da Porsche Italia per il progetto di coaching Scholarship Programme, rientra da Imola con il primo posto in classica generale.

 

Tornando a gara 2, la top-5 è stata completata da un altro under 26, Gianmarco Quaresmini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia), che ha approfittato del contatto all'ultimo giro tra Daniele Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano), finito ritirato nella ghiaia della Rivazza, e del rimontante Simone Iaquinta (Ombra Racing – Centro Porsche Catania), poi penalizzato di 25 secondi. Così, sesto è stato promosso Sergio Campana, autore di un recupero importante da fondo schieramento sulla 911 GT3 Cup di Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano, e settimo Simone Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo). I due hanno regalato spettacolo con sorpassi e controsorpassi per gran parte della gara.

 

L'ottavo posto assoluto permette a Bashr Mardini (GDL Racing) di replicare il successo ottenuto anche in gara 1 nella Michelin Cup. Il pilota canadese, all'esordio e bravo a evitare contatti nelle prime fasi, quando scattava dalla prima fila al fianco di Bertonelli, ha preceduto Nicola Pastorelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) e Giovanni Berton, che completando la top-10 permette ad AB Racing – Centri Porsche di Roma di guadagnare il primo punto stagionale. A seguire i protagonisti che salgono sul podio della categoria dei gentlemen drivers dietro a Mardini: Marco Cassarà (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) e Alex De Giacomi, terzo di categoria all'esordio con Tsunami RT – Centro Porsche Padova. Nella nuova Silver Cup, riservata alle vetture modello 991 gen. I, secondo successo per Gianluca De Lorenzi, esperto pilota e team manager di GDL Racing.

 

In un weekend da record per la Carrera Cup Italia a Imola, protagonisti in pista un totale di 28 piloti, 25 vetture e otto team. Prestazioni in continua evoluzione sulle 911 GT3 Cup di ultima generazione da quest'anno protagoniste del monomarca di Porsche Italia, che hanno pienamente entusiasmato i piloti, scesi anche di oltre un secondo rispetto ai limiti fatti segnare fino al 2017. Sabato e domenica ha riscosso un crescente interesse anche la Porsche e-Carrera Cup Italia, il monomarca di sim-racing che dal 18 maggio aprirà le iscrizioni e che si disputa online e in autodromo in parallelo con la Carrera Cup Italia sui simulatori messi a disposizione nella grane hospitality Porsche. In azione, in questo caso in pista, con il pilota e giornalista Emiliano Perucca Orfei ha dato spettacolo in gara anche la Guest Car gestita da Dinamic Motorsport e Porsche Italia dedicata al mondo dei media e colorata con la speciale livrea realizzata per i 70 anni di Porsche.

 

Alessio Rovera (vincitore gara 2):Volevo vincere attaccando fin dall'inizio e fortunatamente ci sono riuscito. E' stata una gara intensa e ho sempre cercato di mantenere un ritmo piuttosto elevato. Rispetto alle bagarre di sabato, in gara 2 siamo sfilati bene e devo ringraziare la squadra per la perfetta vettura che mi ha messo a disposizione. La Carrera Cup Italia e lo Scholarship Programme negli anni scorsi mi hanno introdotto nel mondo Porsche permettendomi di formarmi e di fare tanta esperienza, quindi ora, come fatto oggi qui a Imola, proveremo a vincere anche in gare oltre confine che mi vedranno presto protagonista al via”.

 

La classifica di gara 2 (domenica)

1. Rovera (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) 17 giri in 29'50”966 media di 167,748 km/h; 2. Bertonelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 4”964; 3. Mosca (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 5”699; 4. Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina) a 6”978; 5. Quaresmini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 12”099; 6. Campana (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 24”157; 7. Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) a 24”994; 8. Mardini (GDL Racing) a 26”599; 9. Nicola Pastorelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) a 32”210; 10. Berton (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 32”466; 11. Cassarà (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) a 34”084; 12. De Giacomi (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 37”536; 13. Mercatali (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Firenze) a 38”860; 14. Reggiani (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 42”561; 15. Iaquinta (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) a 43”467; 16. De Lorenzi (GDL Racing) a 56”823; 17. Lorenzini (Dinamic / Shade Motorsport) a 1'00”788; 18. Perucca Orfei (Guest Car) a 1'21”435; 19. Verrocchio (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 1'45”236; 20 Daniele Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 1 giro ; 21. Biolghini (Ghinzani Arco Motorsport) a 1 giro; 22 Segù (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 2 giri; 23 Satta (Ghinzani Arco Motorsport) a 2 giri.