Rovera è imprendibile in gara 1 della Carrera Cup Italia a Imola, Pera e Fulgenzi sul podio

Rovera è imprendibile in gara 1 della Carrera Cup Italia a Imola, Pera e Fulgenzi sul podio

Il 22enne varesino di Tsunami RT – Centro Porsche Padova brucia il poleman di Ebimotors e rivale per il titolo al via guadagnando punti in classifica, mentre il pilota jesino di Ghinzani Arco Motorsport conclude terzo e il compagno di squadra Jacoma vince in Michelin Cup. Domenica alle 10.15 gara 2 con Quaresmini (Dinamic Motorsport) in pole position e a seguire la nomination del giovane dello Scholarship Programme italiano che parteciperà all'International Shoot Out

 

Imola. La Carrera Cup Italia 2017 ha vissuto l'ennesimo sabato-show e l'ennesimo duello fra Alessio Rovera (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) e Riccardo Pera (Ebimotors – Centro Porsche Verona) nel quinto round stagionale in corso a Imola. I due sfidanti per il titolo del monomarca tricolore Porsche hanno entusiasmato fin dalle qualifiche della mattina, quando Pera si era preso la pole position per gara 1 proprio davanti al rivale. Pronta la risposta in corsa di Rovera, però. Il 22enne varesino ha vinto gara 1 dominando dal primo metro alla bandiera a scacchi dopo aver bruciato alla partenza proprio il capoclassifica toscano, protagonista di un'esitazione allo spegnimeto dei semafori e poi costretto ad accontentarsi della seconda posizione finale a causa del ritmo irraggiungibile tenuto dal vincitore. Il successo di Rovera in gara 1 accorcia ulteriormente la classifica in vista di una gara 2 che domenica alle 10.15 si annuncia mozzafiato (diretta tv sul canale Dmax). Della partita sarà anche Enrico Fulgenzi. Il pilota jesino di Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina ha concluso gara 1 in terza posizione, tornando a far festa sul podio dopo aver dovuto saltare le prove libere di venerdì per un inconveniente al vetro anteriore e dopo il difficile weekend del Mugello in luglio. Fulgenzi ha approfittato della negativa partenza di Gianmarco Quaresmini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna), che partiva terzo in seconda fila e che poi è stato costretto a rimontare dall'undicesima alla sesta posizione ottenuta sul traguardo. Un piazzamento che al 21enne bresciano, per effetto della griglia invertita, vale la pole position per gara 2 di domenica, che rimescolerà ulteriormente le carte.

 

Sotto al podio di gara 1 hanno completato la top-5 Daniele Cazzaniga, quarto con la 911 GT3 Cup di Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano e Simone Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo), efficace nel resistere nel finale agli assalti di Quaresmini. Con il settimo posto assoluto, Ivan Jacoma si è assicurato la vittoria in Michelin Cup. Lo svizzero di Ghinzani Arco Motorsport allunga così ulteriormente nella classifica della categoria dei gentlemen drivers, il cui podio di gara è stato completato da Alex De Giacomi (ottavo assoluto), che con Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova resta in agguato per il titolo, e da Hans-Peter Koller, che sulla vettura di Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano ha chiuso la top-10 assoluta dietro a Francesca Linossi, che ha di nuovo portato a punti la 911 GT3 Cup di Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia.

 

Domenica al termine di gara 2, che alle 10.15 oltre che su Dmax sarà trasmessa in diretta streaming anche su www.carreracupitalia.it, lo Scholarship Programme, il progetto di coaching di Porsche Italia riservato agli under 26 protagonisti della Carrera Cup Italia, vivrà un momento clou della stagione. A mezzogiorno, infatti, nella maestosa Hospitality Porsche è in programma la nomination per l'International Scholarship Shoot Out, la sfida finale con i piloti provenienti da tutte le Carrera Cup nazionali del mondo che per il vincitore mette in palio un budget di 200.000 euro e il biglietto d'ingresso nella Porsche Mobil1 Supercup come pilota Junior ufficiale Porsche. A Imola sarà annunciato il nome del pilota che rappresenterà l'Italia, selezionato fra Daniele Cazzaniga, Jonathan Giacon, Francesca Linossi, Gianmarco Quaresmini, Riccardo Pera e Alessio Rovera.

 

Alessio Rovera (1°):Sapevo che in gara avremmo avuto un buon ritmo dopo il lavoro svolto anche nei test. La macchina era perfetta. Ho cercato di spingere dall’inizio alla fine e questa è una vittoria che ci voleva, tra l’altro arricchita dal punto del giro più veloce. Dobbiamo continuare così”.

Riccardo Pera (2°):Peccato per quanto successo in partenza. Ho staccato un po' presto la frizione e l'auto è sobbalzata. Con il pieno di benzina comunque la macchina è totalmente cambiata rispetto alla qualifica e nei primi giri non sono riuscito a tenere il passo di Rovera, che è andato a vincere. Abbiamo perso qualche punto in classifica. Dispiace ma fa parte del gioco, speriamo di rifarci in gara 2”.

Enrico Fulgenzi (3°):Sono partito bene poi Rovera aveva un passo imprendibile, mentre ho cercato di restare a contatto con Pera e nonostante il buon ritmo non sono riuscito ad attaccarlo. Ci manca ancora qualcosa ma per come era iniziato il weekend questo podio è positivo”.

 

La classifica di gara 1

1. Rovera (Tsunami RT – Centro Porsche Padova), 17 giri in 30'10”788 alla media di 165,912 km/h; 2. Pera (Ebimotors – Centro Porsche Verona) a 6”369; 3. Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina) a 10”946; 4. Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano) a 11”917; 5. Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) a 22”217; 6. Quaresmini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 22”732; 7. Jacoma (Ghinzani Arco Motorsport) a 24”231; 8. De Giacomi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) a 26”134; 9. Linossi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 31”708; 10. Koller (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano) a 33”900; 11. Zanini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 38”464; 12. Selva (Ebimotors – Centro Porsche Firenze) a 38”793; 13. Curti L. (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 39”603; 14. Curti C. (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 40”024; 15. Reggiani (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Roma) a 50”672; 16. Piccioli (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Roma) a 1'32”003; 17. “Walter Ben” (Bonaldi Motorsport) a 1 giro.

Giro più veloce: il 7° di Rovera in 1'45941 alla media di 166,814 km/h.

Ulteriori informazioni su