Quaresmini in pole per gara 1 della Carrera Cup Italia al Mugello

Quaresmini in pole per gara 1 della Carrera Cup Italia al Mugello

Nell'ambito del Porsche Festival le prove ufficiali del sesto round del monomarca tricolore hanno premiato il pilota bresciano di Dinamic Motorsport, che scatterà in prima fila con al fianco Rovera (Tsunami RT) nella corsa delle 9.45 di domenica (diretta tv su Dmax). Jacoma (Ghinzani Arco Motorsport) è il migliore della Michelin Cup. Alle 16.25 gara 2 (live su Eurosport 2) concluderà il grande fine settimana tutto dedicato al marchio tedesco

 

Mugello. Emozioni forti, test drive, parate, intrattenimento e divertimento per tutti è il mix di ingredienti che ha caratterizzato il sabato della Carrera Cup Italia e del Porsche Festival al Mugello. Nella “prima” del monomarca tricolore nel contesto della grande festa che Porsche Italia dedica a clienti e appassionati del marchio tedesco la pole position per gara 1 del sesto round 2017 è stata conquistata da Gianmarco Quaresmini. Con il tempo di 1'50”511 il 21enne pilota di Dinamic Motorsport - Centro Porsche Bologna è stato il più veloce nelle prove ufficiali del sabato e domenica 1° ottobre alle 9.45 scatterà dalla prima fila con al fianco Alessio Rovera. Il 22enne varesino di Tsunami RT - Centro Porsche Padova ha fatto segnare il secondo tempo staccato di appena 60 millesimi e a sua volta ha preceduto il rivale per il titolo Riccardo Pera. Il 18enne lucchese di Ebimotors - Centro Porsche Verona, rimasto a oltre tre decimi dai primi due, si accomoderà in seconda fila ed è il terzo giovane dello Scholarship Programme di Porsche Italia nei primi tre della sessione.

 

Domenica al Mugello entrambe le corse si disputano sulla distanza di 28 minuti + 1 giro. Gara 1 prenderà il via alle 9.45 con diretta tv su Dmax, mentre gara 2 scatta alle 16.15 prevedendo la griglia invertita dei primi sei classificati di gara 1 e trasmissione live su Eurosport 2. Per gli utenti del web le due corse sono disponibili in live streaming su www.carreracupitalia.it e tutti gli aggiornamenti sono sulla pagina facebook ufficiale del monomarca (www.facebook.com/carreracupitalia1). La giornata sarà ancora dedicata anche a tutte le attività del Porsche Festival: oltre a test drive e ai numerosi eventi previsti, saranno ripetute la Gran Parata in pista con centinaia di vetture del marchio tedesco coinvolte e la presentazione della nuova 911 GT3 Cup per la Carrera Cup Italia 2018.

 

Tornando alle prove ufficiali del monomarca tricolore, dietro a Quaresmini, Rovera e Pera si è piazzato Simone Pellegrinelli, alla miglior qualifica dell'anno per Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo. Quinto sulla griglia scatterà Enrico Fulgenzi con la vettura di Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina, fatto che segna il quinto team diverso nei primi cinque posti dello schieramento. Al fianco del pilota marchigiano in terza fila si accomoderà Francesca Linossi, la 25enne di Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia che proprio al Mugello in luglio aveva colto il primo podio femminile nella storia della Carrera Cup a livello mondiale.

 

Settimo assoluto e autore della pole position fra i protagonisti della Michelin Cup è l'attuale leader della categoria Ivan Jacoma (Ghinzani Arco Motorsport), che ha preceduto Lino Curti (Tsunami RT), il pilota milanese capace di superare il “taglio” della Porsche Qualifying 1 e di entrare così nella top-8. Non ha invece potuto disputare le qualifiche Daniele Cazzaniga. Il 24enne brianzolo non potrà prendere parte nemmeno alle gare di domenica a causa dei danni riportati sulla 911 GT3 Cup di Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano in conseguenza di un'uscita di pista alle curve Arrabbiate, punto cruciale del circuito toscano.

 

Gianmarco Quaresmini, che aveva colto la pole position anche nel round disputato sempre al Mugello nel luglio scorso, in questa occasione migliorata di un secondo e 3 decimi: “E' stata una qualifica davvero positiva. L'auto era perfetta e subito pronta per ottenere tempi record. Domenica sarà fondamentale non commettere errori in partenza, perché il passo gara sperimentato durante le prove libere della mattina sembra poter essere un nostro punto di forza”.