Prima vittoria di Pellegrinelli nella Carrera Cup Italia al Mugello

Prima vittoria di Pellegrinelli nella Carrera Cup Italia al Mugello

Il bergamasco di Bonaldi Motorsport guadagna la prima posizione di gara 2 del sesto round dopo le penalizzazioni per irregolarità sulla griglia di partenza comminate a Quaresmini (retrocesso 2°), Fulgenzi (3°) e Jacoma (5° ma trionfatore in Michelin Cup), mentre Pera (ritirato) e Rovera (7°) si giocheranno il titolo nella finalissima di Monza il 21-22 ottobre

 

Mugello. Un'appassionante, dura e infinita gara 2 ha concluso il programma della Carrera Cup Italia e del Porsche Festival al Mugello. Dopo un'interruzione con bandiera rossa, la ripartenza dietro safety car, la somma dei tempi nelle due classifiche e le penalizzazioni comminate per alcune iregolarità riscontrate, è stato dichiarato vincitore Simone Pellegrinelli, che ha gioito sul podio per la prima vittoria personale nel monomarca tricolore. In realtà il portacolori di Bonaldi Motorpsort – Centro Porsche Bergamo aveva concluso la gara, caratterizzata da numerosi duelli e colpi di scena, andati anche oltre i limiti regolamentari, al quarto posto ma il verdetto della pista ha ribaltato la graduatoria finale ponendolo in cima alla graduatoria. Nel post-gara Gianmarco Quaresmini, primo sotto la bandiera a scacchi, è stato penalizzato di 25 secondi per il non rispetto della procedura che vieta di lavorare sulla griglia di partenza dopo l'esposizione del cartello dei 5 minuti, retrocedendo in seconda posizione. Un risultato che comunque pone il bresciano di Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna sul podio dopo la pole position e la vittoria colte in gara 1 qualche ora prima. Terzo e anche lui penalizzato di 25 secondi è stato classificato Enrico Fulgenzi, al secondo podio di giornata per Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina. Terzo al traguardo ma poi quinto per la medesima penalty è invece Ivan Jacoma, lo svizzero di Ghinzani Arco Motorsport che ha comunque vinto nella categoria Michelin Cup.

 

Quarta davanti a Jacoma è Francesca Linossi. La 25enne di Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia scattava dalla pole position e ha sempre lottato nelle prime posizioni fino a un testacoda che ne ha condizionato la gara. Sesto e secondo di Michelin Cup ha concluso una gara molto regolare Hans-Peter Koller (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano), mentre l'ottavo posto vale il primo podio personale in Michelin Cup a Gianluigi Piccioli (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Roma).

Fra i due è stato retrocesso settimo assoluto Alessio Rovera. Il varesino di Tsunami RT – Centro Porsche Padova aveva concluso quinto sul traguardo ma anche a lui è stata comminata la penalty di 25 secondi, anche se la sua gara è stata condizionata soprattutto dalla condotta di Riccardo Pera, con il quale è in lotta per il titolo. Il rookie di Ebimotors – Centro Porsche Verona, dopo un ottimo spunto in partenza, ha danneggiato lo splitter anteriore e il radiatore superando i limiti della pista e ha poi cercato di restare davanti a Rovera. In conseguenza di un incidente che ha coinvolto le vetture di Alex De Giacomi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) e Federico Reggiani (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Roma), la direzione gara ha fermato la corsa con bandira rossa. Nuova partenza, in regime di safety car, mezzora dopo, quando Pera non è però ripartito, costretto al ritiro proprio per la perdita di liquidi dal radiatore. Il 18enne lucchese, ancora leader in classifica, e Rovera si giocheranno il titolo nella finalissima di Monza il 21-22 ottobre.

 

La classifica di gara 2 (domenica pomeriggio)

1. Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo), 13 giri in 28'28”412 alla media di 143,680 km/h; 2. Quaresmini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 12”096; 3. Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina) a 14”270; 4. Linossi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 21”773; 5. Jacoma (Ghinzani Arco Motorsport) a 30”858; 6. Koller (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano) a 36”753; 7. Rovera (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 39”136; 8. Piccioli (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Roma) a 45”419; 9. Curti C. (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 56”401; 10. Curti L. (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 1'41”567; 11. Sartori (Dinamic Motorsport) a 1'44”906; 12. “Walter Ben” (Bonaldi Motorsport) a 2'05”367.

Giro più veloce: Fulgenzi in 1'1'53”537 alla media di 166,307 km/h.

 

La classifica di gara 1 (domenica mattina)

1. Quaresmini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna), 15 giri in 32'29”248 alla media di 145,302 km/h; 2. Rovera (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 1”067; 3. Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina) a 6”796; 4. Pera (Ebimotors – Centro Porsche Verona) a 10”001; 5. Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) a 10”270; 6. Linossi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 10”771; 7. De Giacomi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) a 12”225; 8. Jacoma (Ghinzani Arco Motorsport) a 13”315; 9. Selva (Ebimotors – Centro Porsche Firenze) a 15”238; 10. Curti C. (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 15”857; 11. Koller (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Milano) a 16”353; 12. Pastorelli (Dinamic Motorsport) a 17”017; 13. Piccioli (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche Roma) a 18”129; 14. Sartori (Dinamic Motorsport) a 19”179; 15. “Walter Ben” (Bonaldi Motorsport) a 1 giro.

Giro più veloce: il 3° di Quaresmini in 1'51”857 alla media di 168,804 km/h.

 

Le classifica assoluta

1. Pera 162 punti; 2. Rovera 149; 3. Fulgenzi 114; 4. Quaresmini 111; 5. Pellegrinelli 88.